Premi 'Enter' per iniziare la ricerca o 'Esc' per uscire
La Nuova Guardia (Neue Wache) a Berlino

La Nuova Guardia (Neue Wache) a Berlino

La Nuova Guardia (Neue Wache) a Berlino

La Nuova Guardia (Neue Wache) a Berlino ,

La Neue Wache o Nuova Guardia: un luogo simbolo di Berlino per riconoscere l'universalità del dolore causato da guerre e violenza.

La Neue Wache è uno dei monumenti di Berlino che vale la pena di visitare per la sua grande importanza e lo stretto legame con la storia recente della Germania. È l’unico monumento commemorativo per le vittime delle guerre mondiali e del totalitarismo del XX secolo.  Qui si ricordano milioni di persone che sono morte “a causa della guerra e del governo della violenza”.

È un monumento che non fa distinzione tra civili e soldati o tra nazionalità, con una sola esclusione: coloro che sono stati attivamente e consapevolmente responsabili dei crimini e della guerra.

Si trova sul viale della Unter den Linden, fra il Memoriale del Rogo dei Libri e l’isola dei Musei.

La Nuova Guardia - Neue Wache - Berlino

LA COSTRUZIONE DELLA NEUE WACHE A BERLINO

Nella sua origine, la Neue Wache o Nuova Guardia era un luogo di glorificazione della cosiddetta morte eroica.

Nel 1818, quando fu inaugurato, il suo scopo era quello di rendere omaggio ai militari prussiani che avevano perso la vita combattendo contro le truppe d’invasione napoleoniche. Un “Altare della Patria” per commemorare tutti quei soldati che erano morti per difenderla o innalzarla.

Una tipica citazione dell’epoca dà un’idea del sentimento nazionale di quei momenti, sono i versi del poeta romantico Hölderlin:

“Sono giunti gli araldi della Vittoria! La battaglia è nostra! Continua a guardare in alto nella luce, oh patria, e non contano i morti. Per te, nessuno è caduto invano.” F. Hölderlin

Nel tempo, la storia e le miserie prodotte dal militarismo hanno fatto in modo che la società tedesca cambiasse radicalmente la sua posizione sul significato della guerra.

Ancora una volta un’artista, Käthe Kollwitz, mostra la via del nuovo sentimento nazionale:

“Morte per la Patria: si dice così, come se non fosse successo nulla. Che terribile tragedia, che trionfo dell’inferno si nasconde dietro la morbida maschera di queste parole” K. Kollwitz

Proprio un’opera dell’artista Kollwitz finirà per essere centrale per il nuovo significato attribuito alla Neue Wache dal 1993 in poi.

La Nuova Guardia (Neue Wache) a Berlino

LA NEUE WACHE OGGI: UN MONUMENTO AL RIPUDIO DELLA GUERRA

Nel 1937 Käthe Kollwitz scolpì “La Pietà Laica”: l’unica scultura oggi al centro della Neue Wache. Mostra una donna con in braccio il figlio adulto morto ed è una chiara rappresentazione dell’universalità del dolore.

Kollwitz è stata ispirata dalla perdita di uno dei suoi figli durante la Prima Guerra Mondiale. All’epoca non sapeva che avrebbe perso anche un nipote nella Seconda Guerra Mondiale.

La storia dell’artista è quella di milioni di donne tedesche, ma anche quella di decine di milioni di donne europee. Probabilmente riconoscere questa uguaglianza nel dolore è un primo passo verso un processo di riconciliazione.

Questa scultura ci dice che la cosa più importante nella morte di un soldato non è il perché della sua scomparsa o le effigi sotto cui combatteva ma il dolore che produce a chi lo amava.

UNA PIETÀ PER CERCARE LA RICONCILIAZIONE

L’opera fu selezionata nel 1993 da Helmut Kohl, il cancelliere tedesco dell’epoca.  Una scelta che ha rotto con la tradizione militarista dell’edificio, trasformando quello che era stato pensato come un “Altare della Patria” in un luogo di rifiuto della brutalità della guerra.

Dopo 45 anni di silenzio e dibattito, la società tedesca degli anni ’90 scorgeva un linguaggio comune per affrontare i propri morti. Dopo decenni di rapporti ambigui e non definiti con quei milioni di giovani che avevano perduto la loro vita nelle due guerre mondiali, veniva trovato finalmente un modo per ricordarli. Mettere il dolore di una madre al centro della memoria e non l’ideologia o la nazionalità dei morti ha permesso di rendere omaggio a queste persone.

Di fronte a questa immagine, si può pensare ai circa 100 milioni di esseri umani che hanno perso la vita durante le due guerre mondiali anche come vittime dei tempi in cui hanno vissuto. Soprattutto è un luogo dove pensare che il dolore dell’altro non è diverso dal proprio.

La madre che piange il figlio soldato deceduto è un dolore universale, indipendentemente dal colore della divisa che indossava o dalla battaglia in cui è morto.

Neue Wache Berlino

ALTRI LUOGHI LEGATI ALLA NEUE WACHE DI BERLINO

Käthe Kollwitz Museum: un museo intimo che ripercorre la vita dell’artista attraverso le sue opere.

Monumento al soldato sovietico a Treptower Park: un monumento di glorificazione della morte eroica e in qualche modo un’antitesi della Nuova Guardia.

COME ARRIVARE ALLA NEUE WACHE A BERLINO

In metro: fermata Stadtmitte (linea U2);

In autobus: fermata Staatsoper (linea Bus 100, 245 e 300);

A piedi: dalla piazza Gendarmenmarkt, dall’Isola dei Musei o dalla Porta di Brandeburgo;

– Con il nostro Tour Quotidiano BERLINO INDISPENSABILE o con la visita guidata in modalità privata BERLINO TOTALE o BERLINO IN BICICLETTTA.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Valutazione*